esposizioni

servizi
didattica

visite guidate
laboratorio bambini
laboratorio adulti
incontri
cicli conferenze

news

 

NUOVO PERCORSO ESPOSITIVO

Fondata nel 1977, la Galleria Spazzapan è stata la prima istituzione pubblica del Friuli Venezia Giulia dedicata all’arte contemporanea ed è custode della più rilevante collezione delle opere di Luigi Spazzapan aperta al pubblico.
La prima raccolta delle opere dell’artista gradiscano è costituita da ottantasette tra tempere, chine e olio appartenute ad Eugenio Giletti – collezionista e grande amico di “Spazza”, come amava chiamarlo – al quale si deve, unitamente alla figura di Bruno Patuna, la nascita della Galleria Spazzapan.
Nel 2012, la Fondazione Carigo, già proprietaria della Collezione Giletti, ha perfezionato la raccolta con l’acquisto di ventotto opere su carta – cui vanno aggiunte due, perché dipinte anche sul verso – appartenute al torinese Umberto Citelli il quale, nel dopoguerra, divenne amico di Spazzapan tramite l’avvocato Giletti.

Attualmente il piano terra vede protagonisti alcuni artisti dell’area isontina: Sergio Altieri con la luminosa Asolana le cui tonalità si scaldano nel tramonto di Ignazio Doliach dove viene superata la rappresentazione della natura e che si confronta con il segno incisivo e i colori sferzanti di Mario Di Iorio. In contrasto, la quiete dei lavori di Luigi Spacal, poeta e cantore del Carso, con la terra giuliana che si fa rosso acceso, i suoi bruni caldi ed il bianco della pietra d’Istria.
Il percorso espositivo prosegue con i paesaggi friulani di Ugo Canci Magnano, la cui solidità si confronta con la visione sognante di Angelo Modotto, protagonista della Scuola friulana assieme a Fred Pittino, qui presente con una metafisica “natura morta”, il cui silenzio viene spezzato dallo stridore del Nido del picchio di Federico Righi.
Si tratta quindi di una panoramica di forme e colori che propone confronti dinamici tra poetiche e generazioni diverse.

Al primo e al secondo piano torna invece il padrone di casa: Luigi Spazzapan.
Per la prima volta, si avrà modo di ammirare le opere delle Collezioni Giletti e Citelli sotto una nuova luce grazie ai restauri che hanno già in gran parte ridato splendore a cornici e tele, ma le novità non finiscono qui! Infatti, dal mese di settembre e fino alla fine dell’autunno, i visitatori avranno la grande opportunità di assistere ai restauri delle opere di maggior dimensione a cura dei restauratori Adriano Macchitella e Laura Zanella del Centro Studi e Restauro di Gorizia (CSR).

Per comprendere appieno l’evoluzione artistica di Spazzapan e dare maggior pregio al lavoro di valorizzazione delle opere, è stato scelto un allestimento che vede il fondersi delle due Collezioni e la presenza di un elevato numero di opere esposte secondo un ordine prevalentemente cronologico. Si tratta di ritratti, paesaggi, nature morte, moschettieri, santoni, gatti, cavalli, scene con temi e figure che restituiscono le emozioni dell’avventura fantastica dell’artista attraverso opere grafiche e pittoriche.
Un viaggio che dal figurativo conduce al pieno abbandono nel colore, il cui fil rouge è dato dalla rapidità del segno, dal tratto energico, dalla forza e materialità dei pigmenti: un universo dinamico nato dall’estro di Spazzapan, in cui reale e fantastico si fondono in emozioni di linee e colori.

15 agosto 2018: orario festivo 10-13 14-19



 


 


 
                     
galleria regionale d'arte contemporanea luigi spazzapan
palazzo torriani - via marziano ciotti 51 - gradisca d'isonzo go
t. +39 0481 960816
galleriaspazzapan@regione.fvg.it
www.galleriaspazzapan.it
orari
sabato-domenica 10-13 14-19
mercoledì-giovedì-venerdì 15-19
lunedì-martedì chiuso
ingresso: € 3,°° ridotto: € 2,°°
spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer