esposizioni

servizi
didattica

visite guidate
laboratorio bambini
laboratorio adulti
incontri
cicli conferenze

news

 

Nuovo allestimento Galleria Spazzapan

dal : 03 maggio 2017

Attualmente il primo piano della Galleria Spazzapan ospita un percorso dedicato al panorama artistico regionale comprendente sia opere “storiche” della Galleria, presenti sin dall’inaugurazione del 1977, che altre pervenute in seguito come donazioni o depositi fiduciari. Un paesaggio di forme e colori che propone confronti dinamici tra poetiche e generazioni diverse, documentando il costante interesse della Galleria verso le espressioni più innovative del territorio degli ultimi quarant'anni.

Nella prima sala sono protagonisti alcuni artisti dell’area isontina. Il calore di un tramonto di IGNAZIO DOLIACH supera la rappresentazione della natura e si confronta con il drammatico percorso di MARIO DI IORIO, dove le sferzate di rosso, nero e bianco si compongono come presenza segnica. A coronamento, la luminosa Asolana di SERGIO ALTIERI: una figura giocata sulle tonalità del rosa, la cui parvenza fisica si dissolve nella matericità del tessuto pittorico.

Il rigore geometrico e costruttivo caratterizza la seconda sala, a cominciare dallo studio di forme e linee di forza nello spazio di MARIO BALDAN, cui seguono le ricerche ottico percettive di MASSIMO BOTTECCHIA e la serena e sicura percezione del mondo di CARLO CIUSSI definita dalla trasparente linearità di moduli essenziali. Pittore e matematico, LUCIO SAFFARO è presente con un raffinato studio di poliedro, mentre la geometria pittorica di PAOLO PAOLINI si confronta con la tensione progettuale di LIVIO SCHIOZZI, volta a regolare suggestioni intime misurando lo spazio e calibrando il colore. A chiudere il cerchio GETULIO ALVIANI, con la ricerca sui fenomeni ottico percettivi realizzata con moduli (quadri verdi e blu) atti a creare superfici che si alternano riflettendo in modo diverso la luce per creare un effetto di movimento.

Nella terza sala i paesaggi friulani saldamente costruiti da UGO CANCI MAGNANO si confrontano con la più sognante visione di ANGELO MODOTTO, uno dei protagonisti della Scuola friulana. FRED PITTINO è presente con il Manichino, protagonista di una metafisica “natura morta”, mentre una vivace nota di colore caratterizza il Nido del picchio di FEDERICO RIGHI, uno personaggi di maggior spicco dell’arte triestina del dopoguerra.

Al secondo piano sono esposte parte delle opere più significative delle collezioni permanenti di LUIGI SPAZZAPAN formate dalle raccolte Giletti e Citelli Della Fondazione Carigo. Un insieme omogeneo che documenta l'intero percorso del pittore, dagli anni goriziani all’intensa attività dei tre decenni torinesi: due straordinarie sculture del 1925 e opere grafiche e pittoriche raffiguranti ritratti, paesaggi, nature morte, serie di scene con temi nati dalla vena fantastica di Spazzapan in cui reale e immaginario si fondono nella vitalità del segno e del colore.


 


 


 
                     
galleria regionale d'arte contemporanea luigi spazzapan
palazzo torriani - via marziano ciotti 51 - gradisca d'isonzo go
t. +39 0481 960816
galleria.spazzapan@gmail.com
www.galleriaspazzapan.it
orari
sabato-domenica 10-19
mercoledì-giovedì-venerdì 15-19
lunedì-martedì chiuso
ingresso: € 3,°° ridotto: € 2,°°
spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer